Latifoglie
Mogano Sipo
 Denominazioni: Mogano Sipo

Aspetto e caratteristiche del legno: sottile alburno di colore variabile dal biancastro al grigio roseo si presenta nettamente differenziato dal durame bruno rossastro o violaceo: a contatto con metalli si possono manifestare macchie scure. Elemento importante per distinguere il Sipo dal Sapelli è l’odore gradevole e profumato del secondo mentre il Sipo è assolutamente inodore anche da fresco.


Peso specifico:
allo stato fresco: 780 kg/m3; dopo normale stagionatura: 620 kg/m3.

Struttura istologica: tessitura fine, fibratura raramente diritta e regolare, spesso molto intrecciata.

Ritiro: da moderato a medio

Caratteristiche meccaniche: resistenza a compressione assiale mediamente 55N/mm2, a flessione 110 N/mm2, durezza da modesta a media; il comportamento all’urto è modesto.

Modulo di elasticità: 11.000 N/mm2

Difetti strutturali e alterazioni: cipollature e minute fratture trasversali tipiche del cuore fragile derivante dalle tensioni interne.

Durabilità: scadente per l’alburno, buona per il durame

Lavorabilità: segagione e piallatura agevoli; l’essiccazione senza difficoltà; la sfogliatura e la tranciatura senza problemi.

Impieghi principali: falegnameria fine, mobili di pregio, arredamento di abitazioni e di navi, infissi interni, pavimenti di lusso, artigianato artistico.