Latifoglie
Pioppo
 Denominazione: Pioppo

Aspetto e caratteristiche del legno: il colore del legno è da biancastro a lievemente giallognolo, dopo 5-6 anni dall’impianto si inizia però la formazione di un durame di colorazione bruno verdastra, umidità elevata, cattivo odore. Gli anelli di accrescimento possono raggiungere valori elevati di spessore: 20mm e più.

Peso specifico:molto variabile,  allo stato fresco attorno a: 760 kg/m3, dopo normale stagionatura attorno a :340 kg/m3

Struttura istologica: tessitura da media a grossolana, fibratura generalmente diritta,
 

Caratteristiche meccaniche: resistenza a compressione assiale mediamente 31 N/mm2, a flessione 55N/mm2, durezza bassa, comportamento all’urto è assai modesto.

Modulo di elasticità: 7.800 N/mm2

Difetti strutturale ed alterazioni più frequenti: cretti da gelo, legno di tensione, grosse perforazioni da insetti, lesioni alla base dei fusti.

Durabilità: scadente soprattutto nei riguardi degli attacchi fungini.

Lavorabilità: segagione e piallatura possono risultare complicate, accresciuta se sono presenti zone con legno di tensione. Essiccazione molto lenta, addirittura difficoltosa nel caso di presenza delle “tasche d’acqua”. Sfogliatura agevole, basta che non siano presenti i difetti sopra indicati. L’incollaggio, la tinteggiatura e la verniciatura senza problemi.

Impieghi principali: falegnameria di tipo corrente, imballaggi, elementi per impalcature e ponteggi, edilizia, oggetti e utensili casalinghi, zoccoli e suole per calzature, lana di legno, compensati, fiammiferi, ecc.